Share on Google+Share on FacebookPin on PinterestTweet about this on Twitter

Per la preparazione degli gnocchi di patate fatti in casa potete consultare questa ricetta.

Questa salsa, o meglio il mio modo di preparare la Sorrentina, è nata qualche anno fa quando cercavo una ricetta estiva, leggera con pomodori freschi.
Sono partita dagli ingredienti della Crudaiola e dopo 2 o 3 tentativi sono arrivata a questo condimento che solo successivamente ho scoperto avere gli stessi ingredienti della pasta (o gnocchi) alla Sorrentina con la sola aggiunta dell’aglio.
La preparazione invece è totalmente diversa, spero sia di vostro gradimento.

Generalmente preparo questa salsa con pasta corta, ma oggi è giovedi, quindi Gnocchi :-).

Tempo di preparazione: 20 min

Per 2 persone:

  • 200 gr. di gnocchi
  • 125 gr. di mozzarella di bufala
  • 300 gr. di pomodorini pachino
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 6 foglie di basilico
  • sale q.b.

In un pentolino mettete a bollire dell’acqua per sbollentare i pomodorini. Quando bolle buttateci i pomodirini e nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con l’acqua per gli gnocchi.

Quando i pomodorini si spaccano scolateli, tirate via la pelle e tagliateli in metà.

Mettete sul fuoco un tegame con un filo d’olio, gli spicchi d’aglio tagliati in pezzettini piccolossimi e i pomodorini. Quando l’olio arriva a temperatura di soffrittura abbassate il fuoco e con una forchetta schiacciate uno ad uno le metà dei pomodorini in modo da farne un sughetto. Aggiustate di sale, mettete il basilico spezzettato grossolanamente e spegnete il fuoco.
L’aglio non deve soffriggere, deve rimanere quasi crudo, leggermente dorato. La salsa deve stare sul fuoco al massimo per 5 minuti altrimenti inizia a restringersi.

Quando gli gnocchi iniziano a venire in superficie aggiungete al sugo la mozzarella di bufala tagliata a pezzetti, scolate gli gnocchi con la schiumarola e versateli direttamente nel tegame con la salsa. Accendete il fuoco e saltate il tutto per circa 30 secondi o fino a quando la mozzarella non inizia a rilasciare un po’ di liquido, quindi spegnete immediamente il fuoco, amalgamate il tutto e versate gli gnocchi nei piatti.

L’unica difficoltà di questa ricetta alquanto semplice sta nella mozzarella. Se si scalda poco rimane fredda, se si lascia a lungo sul fuoco si squaglia e successivamente si riaggrega in “palle” da tagliare con il coltello.
Purtroppo ogni mozzarella si comporta in modo differente e quindi è impossibile calcolare il tempo esatto di esposizione al fuoco.
Se vi annoia questo particolare provate a mettere la mozzarella dopo la pasta, oppure dopo aver saltato la pasta con la salsa ed aver spento il fuoco.